Archivio dell'autore: linodigianni

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it

Versione asciugata

La donna del seme a cipolle non piange annusa la terra sa che il sole non basta La donna che nutre galline sente chiacchiere improvvise come il giorno del mercato perché oggi facciano meno uova non sa La donna che … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

La donna del seme a cipolle

La donna del seme a cipolle La donna del seme a cipolle non piange, annusa la terra per sottrarne gli umori senza l’acqua sa, che il sole non basterà La donna che nutre galline sente chiacchiere improvvise come il giorno … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, poesie lino di gianni | Lascia un commento

Se dovessi

Se dovessi Se dovessi portare con me solo le cose più necessarie, della mia vita porterei il cielo, l’aria, la terra e tutto il cibo, del mio Paese Se dovessi portare con me tutte le cose per cui vale la … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

Orto confuso

Buongiorno, mi dia un chilo di poesia, di quella che costa poco che quasi nessuno legge Quella che chiamano brutta ma buona che non perde senso una volta che la leggi che non parla di sé, ma è specchio del … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

L’ombrellaio

L’ombrellaio L’uomo di fronte parla da solo non parla per uno ma risponde come fossero in molti La donna che è in casa risponde con una lingua straniera dove se parli con uno ti rivolgi come una volta nel sud, … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, poesia. lino di gianni | Lascia un commento

Il senso della Storia

Il senso della Storia Il Tempo gira il mondo sottosopra come una clessidra lo sguardo imprigionato nei piccoli sacrifici gli sforzi per sopravvivere pensando ai cibi di campagna (e invece cavie da laboratorio diventeremo plastica) Non riusciamo a concepire se … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, poesia. lino di gianni | Lascia un commento

Distanze

Attaccati, come zampe di mosca tra noi e lo smarrimento del mondo un sottile strato di vetro quanto rimarremo separati dalla nostra coscienza? (lino di gianni)

Pubblicato in lino di gianni, poesia. lino di gianni | Lascia un commento