Archivi del mese: gennaio 2018

Le farfalle di Terezin

  Era una vacanza di Agosto, una settimana a Praga, prenotata in agenzia, aerei di quelli che costano poco In coda alla vacanza, la visita al campo di concentramento di Teresin Un posto dove i nazisti avevano cercato di girare … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

Immagina

Immagina i cavalli liberi a Venezia ogni angolo un incontro di meraviglia come turisti solo i migranti in cerca di abitanti i pochi rimasti che non vendono mirabilie Immagina i lavori trovati in Europa tutti quelli di ricerca e di … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

Racconti di un maestro da un corso di italiano per stranieri

Racconti di un maestro da un corso di italiano per stranieri Serifou ha dimenticato tutte le sillabe, nelle vacanze di Natale. Succede sempre così, con le cose delicate. Basta interrompere le attenzioni e qualcosa si interrompe. Il suo amico Moussa … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | 2 commenti

Desiderio di poesia

Desiderio di poesia Finalmente ho trovato la parola che cercavo, l’argine e confine al piccolo orto di parole che coltivo La mia non è poesia, perchè troppo grande è la stima verso questa parola misteriosa E’ più un” desiderio” di … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

Stoner

Un consiglio: In edicola, con Repubblica,a 9.90 Euro oggi c’è un libro molto bello, da leggere, rileggere, regalare: Stoner Al Circolo Lettori di Avigliana l’abbiamo letto e discusso,con  molte discussioni, molti apprezzamenti e qualche parere contrario. Io, su cinque stelle, … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | 1 commento

Aspettando

Aspettando Nelle mani, conserviamo la memoria tutto ciò che abbiamo stretto, di bello le cose che abbiamo preparato per offrirle gli ostacoli che non siamo riusciti a superare Sempre, tra orizzonte e il cielo c’erano i nostri tentativi di separare … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

La mia poesia è un ballo

La mia poesia è un ballo La mia poesia è timida senza parole sta in un angolo guarda pensa ricorda ascolta cerca in tasca perde molte cose O forse non ha la baldanza di chiamarsi poesia non ha la forza … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

Misurando del vento

Misurando del vento la potenza di spostamento indusse a cercare riparo le mele nel cassetto conservavano quell’odore che ti lega l’acqua che gocciolava nonostante e nonno rimpiangeva le gambe di un tempo quando piantava bulbi e tulipani e nell’orto segreto … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

La scrittura non ha padroni

La scrittura ha questo di bello: non ha padroni Forse è per questo, che la vogliono imbrigliare spolpare, farla diventare osso senza il nutrimento delle emozioni Scrivere velocemente, con due dita, su un vetrino luminoso e far diventare formiche tutte … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | 2 commenti