Archivi del mese: dicembre 2012

Buoni giorni

  Quella parte che evapora dell’alcol nelle botti messe a stagionare come fosse la parte con più allegria leggera, umbratile, volatile catturarla, usarla di più per aggiungere giorni buoni realizzare qualche sogno come in controcanto renderci più duri, con chi … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, poesie | 1 commento

“Amanat” che significa “tesoro” in urdu

Cercava in tasca un soldo, una foto, delle caramelle. Attorno la gente frettolosa e qualche occhiata distratta. Il cielo era nel posto suo, il finestrino dell’autobus ne ritagliava la porzione riservata per quel giorno. Le persone andavano verso le case … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, poesie | 1 commento

Piccoli lampi di felicità ( sabato al mercato)

per scrivere poesie, ci mettono parole rare, difficili sforzandosi come per fare la cacca che più è viscerale la poesia, dicono loro e più olezza poi si ricompongono e tornano ad avvitare le parole come fossero sbullonate dagli oggetti Piccoli … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, poesie, poesie lino di gianni | 3 commenti

mentre tutti pensavano

Mentre tutti pensavano ai potenti cavalli delle loro imbarcazioni lui puliva il secchio del pesce ricuciva le reti e guardava tra l’acqua e l’orizzonte per capire da dove, il vento. Coi rumori sguaiati dei motori a manetta uscivano dal porto … Continua a leggere

Pubblicato in poesie, poesie lino di gianni | 2 commenti

vin du pays

  Non amava cucinare, eppure sceglieva con cura gli ingredienti come fosse per evitare inutili agonie non amava parlare, ma scrivere era come racchiudere i suoni in cofanetti di silenzi educati, ciascuno con il suo momento senza disturbare aveva un … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

erbe essiccate

  essiccarono i fiori nel libro pacati senza traccia di promesse né ritorni mancati tra le pagine con una direzione precisa conservarono le parole scritte il profumo e l’ombra di verde più brillanti si fecero gli occhi guardanti come se … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

ogni notte

      di un padre è stato dimenticato il nome, non le domande mi spaccarono il cuore, per sentire una risposta certa ogni notte qualcuno leggeva nel libro del cielo, al mattino in coro i risveglianti ripetevano le distanze … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

Scartellate, di vin cotto e mandorle (abbrustolite)

quando vide il mare si spogliò per scoprire il suo animo contadino di conduttore di capre per sentieri di spremitore di vigne di collina di piantatore di patate nel retro della casa di cercatore di pepite nella cenere del camino … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | 10 commenti

il sogno di A. R.

le bussole rovesciate la nave procedeva invano le stelle offuscate il nostromo colpevolmente ubriaco tutto l’equipaggio sbarcato a festeggiare al capitano non rimase che un gesto decise di mentire sul libro di navigazione descrivendo l’opera degli ufficiali cartografi come una … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, poesie, Rimbaud | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Il colore dei calzini

Il colore dei calzini iniziò decidendo l’albero il colore dei calzini e di preparare il caffè molto forte un albero che avesse una storia importante alle spalle per guardare varie stelle e cieli cangianti che avesse memoria di lotte e … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, poesie | 2 commenti