Archivi del mese: marzo 2015

Menocchio-lino di gianni

Dentro il palmo della mano Ho una polvere di Rose Memoria strana e inaspettata Del cosmo di un mugnaio, Per la sua bella e gentile Donna, chè in gioventù L’ha innamorata (lino)

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

The Pirate Ship

The Pirate Ship La nave ha le gomene, rotte l’àncora, s’è persa i marinai giocano nei porti chi perde a carte chi perde i mari chi ha perso sette donne della propria vita il capitano ancora si chiede cosa doveva … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

I racconti delle Sindromi-Lino Di Gianni (1-4)

I corvi- (Sindrome di Stendhal) Un grande amore, era un grande amore. Che altro poteva dire di più? Apriva con studiata meraviglia le caramelle alla Melissa e Limone, come se le vedesse solo ora per la prima volta; leggeva gli … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | 2 commenti

Pensieri rinunciabili

Pensieri rinunciabili Penso a chi fa il disegno tecnico, tutto il giorno fisso su un computer mentre fioriscono i fiori almeno chi accompagna un ragazzo in carrozzella nel servizio pubblico dell’ambulanza Penso a chi si fuma un pacchetto di sigarette, … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | 2 commenti

Il comune sentire (lino di gianni)

Dimenticò l’acqua, il vaso il fiore, nutrì la terra con passione e il suo ardore generò, non si sa come semi portati dal vento, forse Mentre attorno la parola arrogante violenta sorda senza bisogno di barconi nella stessa notte oscura … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

Prove

prove di uno spettacolo, canzoni delle guerra civile di Spagna del 1936, con Angeles Aguado Lopez voce e chitarra, Massimo Sartori alla chitarra 13 Marzo 2015

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

Il tempo che fugge Nella disarticolata proposta di Primavera, che s’avanza accanto a tropici improvvidi e calure estive del giorno dopo Si annidano Come vecchi reumatismi risvegliati, quei grigi giorni topo con pioggia a fiatone o passettini ulcerosi Allora io … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

A mio padre

A mio padre, che non sapeva leggere, come potevo spiegare, cos’era una (poesia) gli regalavo un trapano nuovo, spendendo soldi, e lui mi rimproverava, dicendo (questo, usato, lo trovavo per 5 lire) figuriamoci come potevo dargli parole senza oggetti, rime … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

Acqua

Appena scivola, quasi Senza peso, incredula Bonaria Rarefatta su una viola, bianca dimenticata L’acqua, questo pomeriggio Come fosse un sorso Bevuto da me (lino)

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

Foglie nuove

Foglie nuove (lino di gianni) Le Stelle, non si vedono sotto la cappa di questi cieli plumbei qualche nuvola attenua il biancore della neve residua, qualche luce annuncia la resa al giorno Misuro i miei passi da quando incontrerò la … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento