Archivi del mese: dicembre 2014

Mario Luzi

Mario Luzi Il pensiero della morte m’accompagna tra i due muri di questa via che sale e pena lungo i suoi tornanti. Il freddo di primavera irrita i colori, stranisce l’erba, il glicine, fa aspra la selce; sotto cappe ed … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

Dei nuovi, buoni giorni

Dei nuovi, buoni giorni Quello che lo sguardo abbraccia la consueta mendicante seduta le auto incolonnate un solo passeggero i negozi nani che reggono la stola del supermercato regina e il sole appeso qua e là a rammendare vuoti a … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | 2 commenti

fotografie scritte-lino di gianni

Fotografie scritte – la strada c’è, le macchine le persone ci sono, i portici i carrelli la merce che tutti acquistano nel supermercato al centro del paese queste cose, in equilibrio, ci sono La pista di ghiaccio e la giostra … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

Haiku dei poveri-lino di gianni

Haiku dei poveri 1 parlano di una Nave che affonda Per vendere Pubblicità Haiku dei poveri 2 Con la pensione minima Che danno a una casalinga Non si pagherebbero Nemmeno i caffè Di un politico Haiku dei poveri 3 C’è … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

giorgio caproni

Giorgio Caproni, Come un’allegoria Dopo la pioggia la terra è un frutto appena sbucciato. Il fiato del fieno bagnato è più acre – ma ride il sole bianco sui prati di marzo a una fanciulla che apre la finestra. Giorgio … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

La poesia vera, non è mai ecumenica

La poesia vera, non è mai ecumenica La poesia vera, non è mai ecumenica, non rassicura non consola, non è un bel centrino da ricamare, con l’immaginetta di complemento Poesia, è quel che non riesci a Dire, è il dolore … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

scritture tanto per scrivere

Scritture tanto per scrivere, 1   ieri avevo dimenticato l’ombrello, ma non pioveva allora ho inventato la pioggia cosi mi son tranquillizzato Scritture tanto per scrivere, 2   C’era il sole, la gente della Mezza Maratona correva in mutande, il … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

il posto delle fragole

Il posto delle fragole Il primo giorno la finestra rimase chiusa i cani abbaiarono confondendo le attese nell’aria l’odore di pioggia che non venne Nel posto delle fragole vicino al muro un secchio capovolto la gomma dell’acqua tra la polvere … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

Se non sapessi, come si dice

Se non sapessi, come Si dice, nella tua Lingua Ti porterei a un mare, a cenni, ti guarderei in faccia mentre respiri l’aria piena di ossigeni e Sali dei ghiacciai aspetterei il volo dei gabbiani, che mi dicevi possono essere … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Contrassegnato , | Lascia un commento

La luce della lampada

La luce della lampada sbiadisce sussunta dal chiarore del cielo, steso a tovaglia l’immobile tempo del dì della festa ruzzola, gallina che misura staccando le zampe, irrequieta e mentre la notte ha lasciato sulla riva i naufraghi di sogni e … Continua a leggere

Pubblicato in linodigianni | Contrassegnato , | Lascia un commento