Archivi del mese: ottobre 2005

Alice non lo sa

    Prendi il cappello, sollevalo, vedi? Il sole sta levandosi, è l’ora di svegliare i tuoi ranocchiPortati il libro delle sapienze sbadate,ripassa quelle magie che evochi coi tuoi sorrisitrappole di abbracci, tappeti volantiverso le attenzioni Nascoste. Fai lavare le … Continua a leggere

Pubblicato in scherzi in mi minore | 2 commenti

  Soffiando sul lato dell’ombra   Cantavi facendoti la barbacanzoni che ci scassavanonoi bambini/ moderniricordo il pennello, la schiumail pentolino dell’acqua calda è come se mi radessi,iosulla pelle senza difese,oraa inseguire la curva di un profilocon i tuoi occhi pungentie … Continua a leggere

Pubblicato in memorie del vento, tempeste | 5 commenti

Segatura di palazzo in costruzione

Fin da piccolo, ancora prima di nascerestavo sotto un ulivo, con la terra spaccata,l’acqua all’ombra, preziosa,e crescevo nei calli delle mani altrui sentivo un’eco , ma non sapevo pensare  l’idea: mare. Quando son nato, c’era una stazioneil cassetto di un … Continua a leggere

Pubblicato in memorie dellacqua | 3 commenti

memorie dell’oggi

Ho incontrato un barboneche aveva fiato nell’aliseobarcollando seminava stellein tasca , avanzi di lune ho chiesto- l’hai vista?,sai dove si nasconde? mi ha dato dei sassi, raccolti col tempouna lucciola ebbraun cucchiaioe l’archetto di un violino Ho ritrovato la vocela … Continua a leggere

Pubblicato in dichiarazioni | 6 commenti

Fioriture fuori stagione.Ramoe  foglieper contenere tutte le tue vocison diventato, sono bosco.Neonato che mangiaocchi e mani versoun unico obiettivo.Scoglioe conchiglie,per sostenere tutte le tue rottesono sceso in acqua, alga.Ah, l’intervallo di ventotra il tempo che staccale foglie el’apertura del fiore.

Pubblicato in vento largo | 5 commenti

tutte le sere mi metto in ascolto,vedrai stasera verrà, deve veniresta musica dentro, questo ritmo segreto che dia mondo alle cose.Ma invece che parole mi impiglioin pensieri, l’allievo piu bravocon l’handicap nella voceche parla preciso e fatico a capirnele sillabe, … Continua a leggere

Pubblicato in memorie dellacqua | 4 commenti

Ho una casa, senza paretisolo una porta, e tutti i giorni,per aprirla, metto nella serraturacose diverse: patate, fiori, libri. A volte  facciosuonare una musica. La porta, a volte si apre, altre no.Dipende. Per uscire, non ho bisogno di aprire nienteBastano pochi … Continua a leggere

Pubblicato in scherzi in mi minore | 3 commenti