Archivi del mese: luglio 2013

vasi di lavande

Lui disse, uhm, è molto forte Il sole, oggidì, e muovendosi Urtò leggermente il vaso di lavanda, scuotendolo Lei disse, caro, pensavo Che saremmo stati insieme, oggidì, mi rattrista ogni impedimento Lui sorrise, soave, pensando alle migliaia di chilometri che … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | 2 commenti

diamanti proletari

un pensiero opaco, appena sveglio, col lenzuolo caldo del cielo che si stende sul verde grigio del mare: siamo sassi dilavati dal dolore alcuni rivelano un fondo di colori spenti altri brillano come dei granati, diamanti proletari dicevamo da giovani … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

fagiolini, nebbioline e altre mattine

Lei, prese la borsa e la riempì di fagiolini, zucchini, pomodori pensò anche alle pesche, con ancora attaccate le foglie. E disse, sarà contento. Spostò il cane, le galline e la capretta e pensò, domani sarà bene che vada, con … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, poesie | Contrassegnato , | Lascia un commento

lo spazio

La poesia è una barca una barca di carta per pescare parole i pesci scappano dalle reti resta qualche persona che galleggia in attesa stelle sole e luna se li trovo li ributto a mare notte alba e luce cambiano … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | 2 commenti

Bouganvilles

          Come se la musica prolungata oltre ogni aspettativa provocasse la fioritura delle bouganvilles un battito di ciglia più nervoso un cenno deciso e definitivo e ciò che c’era di attesa finisse frantumato come un desiderio … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | 2 commenti

Onda anomala

          di quando, girata la schiena all’orizzonte, attendevo l’onda per cavalcarla, con entusiasmo ingenuo che non mi travolgesse anzi, mi mandasse più su come dovessi cercare l’aria dentro una nuvola o sciogliermi a pioggia per i … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, poesie | Contrassegnato , | Lascia un commento

vecchi amanuensi

Il vento travolge i contorni e impedisce alle cose di mantenersi una bimbetta fissa il suo universo sull’altalena il mare svela correnti salgono in superficie affamate nubi scolpiscono e rilasciano polveri sottili il brillìo della luce disegna angoli strade appena … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, poesie | Contrassegnato , | 2 commenti