Archivi del mese: maggio 2015

L’assedio

L’Assedio Nel perimetro della casa ogni cianfrusaglia ti descrive non interessa qualcuno altro e gli uccelli che cantano sono buoni testimoni Quel piccolo cerchio magico di memorie ti tiene in vita insieme a gesti casuali Piangi vecchio rimbambito piangi in … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

L’assedio degli uccelli

L’assedio degli uccelli Nel piccolo perimetro della casa quintali di piccole cianfrusaglie che hanno un valore affettivo solo per noi ci descrivono Non è detto che interessino a qualcuno altro e gli uccelli che cantano fuori mentre finisce la notte … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

Oh, certo

Oh, certo Le finestre si aprirono, poi Irruppe d’incanto anche Un tramonto languido Prolungato, solitario Come non se n’erano mai Immaginati I fiori, restavano irretiti Da quelle promesse di acqua Sospesa, assente le minacce Di venti, ridotti e inoffensivi I … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

La mia, poesia, è un ballo

La mia, poesia, è un ballo La mia poesia è, timida Senza parole Sta in un angolo Guarda, pensa ricorda Ascolta cerca in tasca Perde,molte cose O forse una Non ha, la baldanza Di chiamarsi, poesia Non ha la forza … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Contrassegnato , | Lascia un commento

Il papavero (lino di gianni)

Il papavero Ascoltavo in silenzio, molto silenzio mia madre parlare, parlare senza bisogno di me ad ascoltare, quasi come se, lei tacendo si togliesse il respiro si dovesse fermare e crollare su se stessa come una torre gemella La vedevo … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

A mio padre- Camillo Sbarbaro

Padre, se anche tu non fossi il mio padre, se anche fossi a me un estraneo, per te stesso egualmente t’amerei. Ché mi ricordo d’un mattin d’inverno che la prima viola sull’opposto muro scopristi dalla tua finestra e ce ne … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

Come se fossimo

Come se fossimo Indossò le migliori parole Riposte nei cassetti di casa Riempì le borse le tasche Prese dei fiori, leggeri resistenti Un’inaffiatoio piccolo per produrre Un perlage sottilissimo di acqua rugiada Chiuse le serrande alla notte appena passata Cercando … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento