Archivi categoria: vento largo

il primo canto del gallo che sta dentro il mio petto richiama quello che sembra un muggito e non è che una moto che rincasa ubriaca d’alcol e di pastiglie S’è fatto tardi, insieme passando tra le alpi occitane tra … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, poesie mie, vento largo | 1 commento

o monologo do meu amor

cuesto es o monologo do meu amorparole incerte,ali di farfalle appena sbattute vorrei bracciare un albero, albero di gelsicoi bozzoli della seta, che cosi ti faccio uno chemisirche tu non sai che cos’è e cosi ci ridi di scappata come … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, poesie mie, vento largo | Lascia un commento

Fioriture fuori stagione.Ramoe  foglieper contenere tutte le tue vocison diventato, sono bosco.Neonato che mangiaocchi e mani versoun unico obiettivo.Scoglioe conchiglie,per sostenere tutte le tue rottesono sceso in acqua, alga.Ah, l’intervallo di ventotra il tempo che staccale foglie el’apertura del fiore.

Pubblicato in vento largo | 5 commenti

  sakila sakila must must tammast   sole nell’acqua, oasi miraggio aironi su una gamba ,sola sulle ali di una singola nota ripetuta ripetuta gambe di sceicchi volano coi loro cammelli sparsi nell’aria dentrifici dei palmeti con l’aria che scorre … Continua a leggere

Pubblicato in vento largo | 1 commento

Il sarcasmo dei nani

Avvicinando le mani, rami con fronde, sposto la linea dell’orizzonte – che svapora- a ridosso del campanile. Ammucchio alberi, colline, e i buchi del cielo. Lascio l’ape di guardia, e il tuo dito a indicarla. Mentre ruscello sudore, quasi pietra … Continua a leggere

Pubblicato in vento largo | 3 commenti

A Bach

Toglievo panni stesi, temendo le nuvole addensarsi con promesse di pioggia e mi vedevo appeso alla tua finestra Ascoltavo una musica che non conoscevo e ti immaginavo davanti a una platea di grilli e cicale e ragni sospesi: dal brillìo … Continua a leggere

Pubblicato in vento largo | 4 commenti

uomo delle stelle

agli uomini delle stelle che hanno mani di filamenti di foglie e occhi da gufo che di notte scavano lunghi corridoi sulle pareti dei grattacieli,ed entarno nei minuscoli pori della pelle come spore di piacere  luci sulle mura e fino … Continua a leggere

Pubblicato in vento largo | 5 commenti