Archivi categoria: vento incerto

Ambre

Nervature in chiaroscuro di una foglia di carta di un barbone che dorme. Uno zingaro brucia opacità di un nylon sul pesce che puzza. nel lago piatto del diverso che fugge. La scimmia scende dall’albero Rientra, goccia. Ritorna, ameba. Grido … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, poesie mie, poeti ingenui, scrittura, scrivere, vento incerto | 1 commento

Racconti della mano sinistra

Seduti davanti ai piccoli schermi liquidi attendevano comparisse la parola convenuta: al segnale uscirono di casa. E andarono là. Chi portò un macinino, chi la limetta per le unghie. Qualcuno una chiave, un rossetto bambole o soldatini. Ne fu certificato … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, poesie mie, vento incerto | 2 commenti

2 versione opali

Persino insabbiata, venuta via day by day operosa conchiglia che simulava venti sui mari aperti ora se ne sta lì, faro al centro dello sguardo         Non aiuta a capire, dimentica dei gesti fino a ieri complici. Quella che guardi ogni … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, poesie mie, vento incerto | Lascia un commento

Per la ragazza con la testa rotonda, che aveva un lato del corpo , offeso, un braccio e una gamba che avanzavano a stento che parlava dei suoi due gemelli nello stesso modo che il sole sta in cielo e … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, poesie mie, vento incerto | 6 commenti

Passi

1 versione Muove il piede avanti, poi ci ripensa Mi chiede, interdetto, hai paura di morire? Non capisco il gioco, mi ritraggo, sposto il peso dietro. Mi fermo. Preparo i soldi per pagare il casello, mi mette sempre in ansia. … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, poesie mie, scrittura, vento febbre, vento incerto | Lascia un commento

sussulti

Riempirsi gli spazi di cose, dare un prezzo agli oggetti, mi è sempre interessato poco. Amo raccogliere sensazioni che non restano uguali nel ricordo. Il loro valore, invendibili e preziose. Verso sera, spinto in un angolo del sofà dal mare … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, poesie mie, vento incerto | Lascia un commento

giovedì, 06 aprile 2006, ore 19:43 Alchencengie Un’onda corta, un’onda ritrosa e una a rompere argini La chiave che apre,serrande,si collegano presee le macchine pronte a digerire parole. Cammino nei solchi della terra,cerco di capirele piante leggere scivolate a mettere … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, poesie mie, scrittura, vento incerto | Lascia un commento