Archivi categoria: scrivere

Aspettando la volpe 28 La schiena

  Ventotto Vladimiro è pieno di acciacchi. La schiena, su questo materasso ridicolo e inadatto, scricchiola ogni mattino, con l’umidità delle Alpi. E poi, come diceva la dottoressa guardando le sue analisi, dagli esami lei dovrebbe stare peggio di come … Continua a leggere

Pubblicato in 28, linodigianni, Racconti, scrittura, scrivere | 3 commenti

Aspettando la volpe-Ventisette-Leggere

prendi il pdf Normal 0 14 false false false MicrosoftInternetExplorer4 /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:”Tabella normale”; mso-style-parent:””; font-size:10.0pt;”Times New Roman”;} Ventisette   Ho capito. Leggere, è una forma di resistenza, un camino acceso. E scrivere, la legna da ardere, … Continua a leggere

Pubblicato in 27, linodigianni, Racconti, scrittura, scrivere | 7 commenti

Se il cielo

Se c’era una cosa che aveva imparato per piccola, imprecisa- sfocata che fosse E’ che i cieli possono cadere, se non trovano Almeno Una, mano, che puntelli L’ordito, il merletto di notte, lo strale d’azzurro Quei bottoni luccicanti. Ti può cadere … Continua a leggere

Pubblicato in linodigianni, poesia, poesie mie, scrittura, scrivere | 2 commenti

Strinse il verde

Normal 0 14 false false false MicrosoftInternetExplorer4 /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:”Tabella normale”; mso-style-parent:””; font-size:10.0pt;”Times New Roman”;} Strinse il verde più scuro della foglia ritirò la mano e il calore spaccò la terra, come se lievitasse.   Come uno … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, poesie mie, scrittura, scrivere | 3 commenti

Zi’ Rusene-ll "Non ho che una lingua, e non è la mia" Agg vist a luna ca cagnava, stanott me sugnav a zi’ Rusenell e a faccia soia era na lampa che s’accenneva e s’astutav. Accussì, senza mutiv. M’arricord che … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, poesie mie, scrittura, scrivere | 2 commenti

Lo sfratto

Normal 0 14 false false false MicrosoftInternetExplorer4 /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:”Tabella normale”; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-parent:””; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:”Times New Roman”; mso-ansi-language:#0400; mso-fareast-language:#0400; mso-bidi-language:#0400;} Dimmi come fu, chiudere la porta sapere di … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, poesie mie, scrittura, scrivere, vento febbre | 2 commenti

Si chiamava Azzarà, marinaio di terra ferma pelle saracena, parlata dei mori. Gli sentivi in bocca la musica larga del siciliano e il contrappunto secco dei liguri. Sapeva di venti, di passi, di maree di quando la Capra Zoppa si … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, poesie mie, scrittura, scrivere | 3 commenti

Stradivari

Con sale sui pali ( acqua che cancella  le rughe ) il mio albero genera frutti in mezzo al mare.  Sui rami per le vele ( lacrime alle finestre, indovina) mi arrampico a tirarti i capelli intreccio alghe per l’evasione … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, poesie mie, scrittura, scrivere | Lascia un commento

2 ° Versione

Cavalli di Frisia I campi, i campi di salgemma bianchi, abbacinati , prosciugano l’acqua, nei movimenti allusi. I piccoli cieli riflessi assaporano ad arco tutto l’orizzonte promesso. Solo moto visibile la fuga degli uccelli, per  l’ altrove. Per le croci … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, poesie mie, scrittura, scrivere | Lascia un commento

Epoché

Per le borse della spesa che mi tagliano le mani per queste gambe varicose e nessuno che mi fa sedere. Per i gradini troppo alti per i semafori troppo brevi per le code ovunque per la paura di uscire per … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, poesie mie, poeti ingenui, scrittura, scrivere | Lascia un commento