Archivi categoria: Racconti

Durante, il barbiere.2

“ Come li facciamo i capelli? Corti o li lasciamo un po’ lunghi?” “Faccia lei” “ Lo prende il caffè?” “No, grazie. L’ho già preso” Si è comprato un apparecchio per il caffè, con le cialde, forse l’unico segno di … Continua a leggere

Pubblicato in durante il barbiere, lino di gianni, Racconti, racconti miei | Contrassegnato | Lascia un commento

Michele Fanelli, maratoneta di Orta Nova, mio nonno

Mio nonno, si chiamava Michele Mio nonno, era figlio di contadini molto poveri Mio nonno, correva Mio nonno, era comunista Correva scalzo, chilometri e chilometri, attorno Alla campagna di Orta Nova, in provincia di Foggia Correva col le scarpette fatte … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, Orta Nova, Racconti | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Racconti dello yogurt.1

Racconti allo yogurt.1 Esistono tante possibilità di deviazione per una birilla d’acciaio in un circuito stabilito: dipende dalla velocità, dall’angolazione, dall’attrito che si sviluppa nella zona di contatto. Dal momento che l’impiegata si chinò a prendere il foglio, e rialzandosi … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, Racconti, scrittura | Contrassegnato , | Lascia un commento

Dal venditore di

              Tutte le mattine, verso le sette, un uomo esce, portando fuori il cane, guarda di traverso il volo degli uccelli, annusa un po’ l’aria per capirne la qualità. Poi compra il giornale, lo … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, Racconti, scrittura | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

alice nel paese della papa-mobile

  Si può cancellare quel raggio di luna che filtra attraverso le ciglia socchiuse sul buio? (alice nel paese della papa mobile) Oggi è il giorno della felicità Indetto dall’Onu E io sono quasi contento perché Il mio amico francischiello, … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, Racconti, scrittura | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Nazrim. Uno

Uno Mi immagino i fiori, incartati da Nazrim, uno a uno, sentendo l’odore, intenso, dell’acqua che li nutre. Nazrim, con gli occhi grandi, da giraffa curiosa. Magra, giovane, venuta dal Marocco, appena assunta nell’ufficio del signor Karl e della signora … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, Nazrim, Racconti | Contrassegnato , , , | 3 commenti

Il tuo posto è vuoto

Mentre guado un rivo approntato con la sicurezza degli anni (quaranta di questo lavoro, quest’anno, sia pure 20 coi piccoli e venti coi grandi) d’improvviso mi trovo con le sponde lontane, l’acqua in grande quantità. Fuor di metafore, chè mi … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, Racconti | 2 commenti