Archivi categoria: poesie mie

leggerezza, prima lezione

          Guardare le cose, il posto che occupano nello spazio, le relazioni che intessono, e immaginare di sottrarre peso Come fosse per un respiro della bocca, per un pensiero che sfugge tra i tanti Guardarle in … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, poesie, poesie lino di gianni, poesie mie, scrittura | Contrassegnato , | Lascia un commento

la Luna dei cioccolatini

            una luna che nessuno vede solo la sua controfigura con la faccia che ciascuno preferisce quella vera si ritrae dal gioco degli specchi barbari con gli specchietti che nemmeno hanno più le frasi dei … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, poesie, poesie lino di gianni, poesie mie, scrittura | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Chiaroscuri

              Aspettando che il nuvolo scenda tre uomini raccontano di quando comandavano sulle bestie non come ora che contano anici al bar della piazza Di quando al barba del prete si vide uno smilzo … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, poesie, poesie mie, scrittura | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Dentro una tasca

              Dentro, quelle cose che dimentichi in tasca spiegazzate, di un giorno qualunque bolle, e biglie colorate e un piccolo circo, dismesso ma con ancora pagliacci, in numero di due abbracci, con una sosta … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, poesia, poesie, poesie lino di gianni, poesie mie, scrittura | Contrassegnato , | Lascia un commento

Uve automobili

              Basterebbe una carta leggera di quelle che si avvolge una sigaretta solo che invece di sfondarti un polmone arrotolare semi di violette graziose, ilari, disgustosamente démodé e poi disseminare di vasetti gli angoli … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, poesia, poesie, poesie lino di gianni, poesie mie, scrittura, scrivere | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

il cappello dei benandanti

totuccio teneva un berretto di quelli che sembrano baschi ma il suo era messo con dentro la testa tutta, diritta, al centro un pourrillo, come fosse il suo elmetto pasquale teneva una coppola c’aveva struttura carenata che quando toglieva le … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, poesia, poesie, poesie mie, scrittura | Contrassegnato , , , | 4 commenti

La notte che la città sparì-poesia-lino di gianni

la città lo sfiorò come volo di farfalla che si perdeva altrove salendo nei bianchi e nelle luci liberandosi solo poco prima la latta e la mancanza di senso e dopo quella messinscena che riacquistava fascino e odori e persone … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, poesie, poesie lino di gianni, poesie mie | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento