Archivi categoria: poesia

Il vaso di Picasso (Ah! Vallory..)

Il vaso di Picasso (Ah! Vallory..) Nel mio vaso ho piantato un profumo, un profumo che amo molto Il vaso è blu, ma di quel Blu inafferrabile, come se la ceramica sfumasse a mare Il fiore è a Lavanda mi … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, poesia, poesie | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

L’uomo fiorito

Come quando da piccolo sognavo di volare ogni notte ogni notte mi libravo agile e a poca altezza in cielo vedevo il mondo minuscolo Come se nella distanza tornassi bambino mi sono spuntate di nuovo due ali fiorite costruite con … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, poesia, poesie, scrittura | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

La vita segreta delle parole

          La vita segreta delle parole   La vita segreta delle parole che rimangono in silenzio osservando ci sono persone che ti toccano il braccio parlando come dovessero spingere dentro di te i suoni ci sono … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, poesia, poesie lino di gianni, scrittura | Contrassegnato , , | Lascia un commento

campanile e putei

            foto di Raota Anche se in chiesa non ci andava più, dal tempo dei pantaloni corti fatto salvo il matrimonio, che era entrato uno ed era uscito con già della famiglia sulle spalle il … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, poesia, poesie, poesie lino di gianni | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Dentro una tasca

              Dentro, quelle cose che dimentichi in tasca spiegazzate, di un giorno qualunque bolle, e biglie colorate e un piccolo circo, dismesso ma con ancora pagliacci, in numero di due abbracci, con una sosta … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, poesia, poesie, poesie lino di gianni, poesie mie, scrittura | Contrassegnato , | Lascia un commento

per me si va, per le città dolenti

                  Come dichiarazione di poetica la donna anziana che cammina a passettini con l’ombrello al polso e il cappellino nei corridoi di questa città dolente ospedale più grande in città è come … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, poesia | Contrassegnato , | 2 commenti

le cicale d’agosto

            Non conta niente non canta il tormentoso ritrarre la mano dal bordo di una notte sempre lì come un sipario che copre quella gente che cammina di continuo avanti e indietro come in quella … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni, poesia, poesie | Contrassegnato , | 2 commenti