Archivi categoria: lino di gianni

Disse

Disse, adesso !Lui guardò, ma non videnessunoAscolta, disse ancoraLui si concentrò fino a sentireil cambio dell’aria, impercettibile Una singola foglia,che si avvitavanella caduta, quasi delicata agonia Lei guardò gli occhi sentì il respiropoi, con solo netto stacco delle ali,sparì lino … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

Nelle vigne del Signore

Nel buio, il bosco cresce nel marel’acqua si ritira a onde e lascia l’erbaUn boscaiolo taglia i tronchi per costruirela ferrovia, in quella terra lontanaBestemmia nel suo dialetto natio, cosìpuò parlare in libertà Ha guadagnato i soldi per costruirsi una … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

Nel Gran Circo della Vita-poesia-lino di gianni

Sono, le parole del mattinolo sguardo su una esterefattaparte di mondoforse quella che hailasciato, nella notteforse è cambiato il tempoun sonno più inquieto Sono, i silenzi del mattinolo sguardo di una riconoscibileparte di mondodiversadalla notte che haiattaversato per le dimenticanzed’affetto, … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

Rose, io lavo le rose

Rose, io lavo le rosepulisco le scale, osservo ragnatelefino a che il ricamo catturiuna mosca Ombre, io curo le ombreporto il the a chi dorme per stradaaiuto le donne a portare la spesaassisto i gatti nella neve d’inverno Interstizi, io … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | 2 commenti

Contadine di parole

Contadine di parole Camminano di notte, o di primo mattinoriempiono strade di città dismesse,il peso maggiore, è quello dei libriA volte hanno un cane, o un gattoqualcuna finanche un marito Sorridono se c’è motivo, o per accoglienzadiffidano sempre, di chi … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

Dei cieli delle donne, e di altre maraviglie

Dei cieli delle donne, e di altre maraviglie Ci sono donne, che reggono MondiSi alzano presto, acchiappando la notteper la giacca gualcita da stelle Le bestie di stalla hanno odori acri,l’urina frammista alle grandi cacate,e il latte che preme nelle … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

l’ascolto gentile

L’ascolto gentile Non è finita la lotta di classesolo si è iscrittaall’albo dei Mutamentisono cambiate le lotte,trasformate le classi Un’amica premurosaha messo la testasul corpo dei bambiniin ascolto gentile comenelle conchiglie si ascolta il mare Se guardi con gli occhi,vedi … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

Fiori, case, forse silenzi

Fiori, case, forse silenzi Coltivo fiori in spazi improvvisatisemino a casaccio e dimenticocerco case difficili da raggiungerequalche inseguimento di cane, pecore silenzi Cancello tracce, biografie ricordiil pericolo più grande è la memoriaattendo che svanisca la fedeltà del canesi sveglia si … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

Se il cielo

Se c’era una cosa che aveva imparatoper piccola, imprecisa- sfocata che fosseE’ che i cieli possono cadere, se non trovanoAlmeno Una, mano, che puntelliL’ordito, il merletto di notte, lo strale d’azzurro Quei bottoni luccicanti. Ti può cadere nel bicchiere, d’improvvisoIl tuo … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento

La sparizione degli alberi di gelsi

La sparizione degli alberi di gelsi (covar semi col buioe speranza con la brina) Prima di lasciare questastanza, vuoti le tascheoh, si! lasci tutto quelloche non è necessario, portisolo il biglietto e aspetti e io che in tasca avevo ilcavallo … Continua a leggere

Pubblicato in lino di gianni | Lascia un commento