Fiori, case, forse silenzi


Fiori, case, forse silenzi

Coltivo fiori in spazi improvvisati
semino a casaccio e dimentico
cerco case difficili da raggiungere
qualche inseguimento di cane, pecore silenzi

Cancello tracce, biografie ricordi
il pericolo più grande è la memoria
attendo che svanisca la fedeltà del cane
si sveglia si addormenta basta la zuppa

Strappo le pagine dei libri che leggo
fuggo il veleno della scrittura
evito musiche rilasciate gratis
ne inseguo invano sulla mia chitarra
l’accordatura aurea a una frequenza
precisa come se da questo dipendesse
l’armonia di chi guarda senza nulla sperare

Lino Di Gianni

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...