Cespugli


Che crescesse un cespuglio di rose,
rampicanti, nell’angolo esposto ai venti
lo sapevano in pochi

Lo sapeva l’indiano che parlava solo Panjabi
e mungeva le mucche e accudiva caprette

Lo sapeva la donna del Marocco che faceva la badante
e nel giorno libero studiava l’alfabeto per imparare a leggere
almeno in una lingua

E lo sapeva la ragazzina del Mali, che disegnava ritratti
minuziosi e quando giocava a pallacanestro diventava più alta
e invisibile e parlava e sentiva anche i più piccoli sussurri

Ogni giorno guardavano le rose appena spuntate, ieri
ce n’era una bianca, portata nascosta dentro il carrello di un aereo
ma era tutta circondata dal ghiaccio, e non aveva profumo

Erano rose che rimanevano a lungo
nel ricordo di un viaggio
terminato senza
la manutenzione delle rose

lino di gianni 11/1/2020

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...