Abecedario dei migranti- lino di gianni


Abecedario Migrante 1

A Anima, pesante ma necessaria
A Attenzione, non sai, chi avrai davanti
A Adesso, dovrai prendere molte decisioni
B Bianchi, non pensavo che fossero un problema,
B Bello, quando ti accolgono, e ti sorprendono
B Brutto, quando ti respingono, e nemmeno ti conoscono
C Chiama quando arrivi, ma arrivo dove?
C Casa, io stavo bene, a casa mia
C Cosa vorrei, partendo? Una vita migliore

Abecedario Migrante 2

D Donna, mia madre, mia sorella, mia moglie
D Dove andare, è un problema
D Domani, a volte paura, altre speranza
E Era bello stare con i miei amici
E E se fossi tu, a dover partire?
E Evitare di guardare negli occhi
F Fuga dalla guerra, che ti uccide
F Fuga dalla povertà, che muore la speranza
F Figli, lasciarli strazia il cuore

Abecedario migrante 3
G Guarda, questa è la foto di mia madre
G Grande è la mia Speranza, ma sarà ciò che Dio vorrà
G Gioco, a volte vorrei tornare a giocare bambino
H Hotel, non mi piace stare in tanti, in confusione
H Ho questa paura, che non mi danno il Permesso
H Ho questa speranza, di trovare amici che capiscano
I Illuminali, che capiscano che sono come loro
I Illuso, forse non so spiegarmi bene
I Intelligenza, usiamola, per conoscerci

Abecedario Migrante 4

L Lottare è necessario, se nasci nel Sud del Mondo
L Luna, la notte che attraversai il mare
L Lingua, io imparo la vostra, ma voi, conoscete la mia?
M Mare, io non sapevo nuotare
M Madre, io non ti volevo lasciare
M Moglie, io e te, lontani, ad aspettare
N Nessuno, vorrebbe lasciare il proprio Paese
N Non sono di qui, non sono di là
N Noi, è più bello, della parola Io

Abecedario migrante 5

O Ora che sono qui, non sono pentito
O Osservo la vita di coloro che sono pieni di rabbia
O Oro, l’amicizia vera, non vale tutto l’oro del Mondo
P Proviamo, è una bella parola, da usare Insieme
P Parola, mi piacciono le Parole come gusto degli altri
P Paura, sì, c’è sempre, inutile negarlo
Q Quando devi partire, ti manca il coraggio
Q Quanti anni dovrò restare lontano?
Q Quaranta notti nel mare, quaranta nel deserto

Abecedario Migrante 6

R Ritorno, sì, ritorno, promesso!
R Raggiungimi, presto, moglie
R Rimpianti, sì, ci sono, ma non posso pensarci
S Sempre mi ricorderò dei sacrifici dei miei genitori
S Sento le voci dei miei cari, nel sonno, la notte
S Solitudine, quando non riesci a parlare, solo pensare
T Troppo è il soffrire, ma bisogna rischiare
T Ti voglio bene, le ultime parole prima di…
T Tanti sono superficiali, hanno paura e ci insultano

Abecedario Migrante 7

U Uguali e diversi, uguali nei desideri, diversi nei pensieri
U Un giorno penserò a questi amici, e mi mancheranno
U Un Permesso di Soggiorno,un lavoro, ecco cosa vorrei
V Vasi alle finestre, mi fan pensare a casa mia
V Vestiti, scegliere quelli che ti piacciono
V Volontari, non so come ringraziarli
Z Zappa, che usavo nei campi, da me
Z Zio, al mio paese, e qui
Z Zuppa, del mio paese, mi manca

Lino Di Gianni

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...