Campo di tulipani ardenti


Secoli per costruirla, per mostrarla
per dire io ero lì, mentre lei c’era
a sfidare le nostre piccole storie

Mi ricordo che forse pioveva
che era verso il tramonto
che il Sole giocava a farsi più in là
che la Senna era all’angolo
che l’abbiamo guardata, intimiditi
come un gigantesco merletto di alchimisti

Questi barbari che non proteggono
la Storia, la Memoria, il patrimonio della Bellezza
quale Europa vogliono difendere, tramandare?

Un segnale, quasi fosse un cambio di passo
era, e non è più
campo di tulipani ardenti nel buio della Notte

(lino di gianni)

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...