Come fossero i mari


Come fossero i mari,
tanti, diversi
e noi ciascuno sul
proprio barcone
in cerca di un mondo
nuovo

come fossero i cieli
unici, ovunque
e noi ciascuno convinto
di avere il proprio
conosciuto da sempre

come fossero altri,
diversi, quelli che
si mettono in cammino
dimenticando che il
viaggio è nella testa
parlando una nuova lingua

mischiando sorrisi, tristezze
e mari e cieli, guardando
alla povertà di
chi non supera mai
i confini che lo rinchiudono
nella sua testa

oggi è caduto un sole
e lei ha raccolto
il suo orecchino, da terra

(lino di gianni)

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...