Le poesie straniate


unnamed11.900x600

Le poesie sono strane
le poesie sono straniere
stremate, stranite a volte
striminzite ma mai straniate

Le poesie sono ponti
dicono che siano per i tonti
ma in realtà evitano i potenti
ostacolano i portenti non assolvono i tanti
che restano indifferenti

le poesie non si scrivono non si leggono
non si declamano nè si sussurrano
le poesie ti entrano in casa mentre mangi o
quando dormi Buongiono come va? Passavo di qua

Io non ho mai conosciuto qualcuno che scrive una poesia
l’ho sempre vista mangiare in mezzo al pane o sulla pasta
col sugo, però qualche volta la piantavano anche
nella terra
Non so se poi ha fruttato

(lino di gianni)

 

 

 

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Le poesie straniate

  1. linodigianni ha detto:

    straniato
    /stra·nià·to/
    aggettivo
    Assente, distante, distratto.
    “un’espressione s.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...