Ruberò poesie


Pessoa-copertina

Ruberò poesie, tanto non servono
a nessuno, ruberò poesie ma solo
quelle ancora da scrivere, quelle necessarie
sopravvissute, come un mal di denti che cova
o i dentini dei topi che segano le corde del pianoforte

Ruberò la carta, le emozioni i ricordi il momento
che uno decide di
l’attesa della testa nel presentarsi sola
davanti alla pagina vuota, con solo la linea
di fuoco degli occhi
con la mano sul cuore per sentirne aritmie
ruberò la parola, all’analfabeta
perché possa anch’io scrivere coi suoi silenzi

(lino di gianni)

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...