La Grammatica della Povertà


blessing

(Questa poesia è dedicata a Blessing, donna nigeriana
che praticava lo studio della geografia passando i confini
Ignorava che il più freddo sarebbe stato il cuore della polizia
che l’ha spinta a morire nel fiume a Primavera)

La grammatica della povertà

Esiste una grammatica della povertà
sconosciuta e ignorata
volutamente, certo
dagli oppressori

Primo indizio, lo stato dei denti
Cadono, costa troppo curarli, sostituirli
Secondo indizio, lo sviluppo della muscolatura
delle gambe, o lo stato della schiena
Spesso i lavori pesanti, ripetitivi
Su tutti, la scuola è il primo lusso, a essere tagliato
Fin da bambini, s’ha da essere produttivi
il Tempo tuo, è danaro per gli altri

Anche se vali pochi soldi, magari sei sempre
buono come vuoto a perdere, puoi servire per
essere derubato degli organi interni al tuo corpo

Una società che volesse cambiare
dovrebbe tornare a ridarsi il programma
più disatteso da tutti i governi della Storia:
Libertà, Fraternità, Uguaglianza

Per realizzarlo, basterebbe abolire
cosette semplici come Dittature, Nazioni e Liberismi

E se cominciassimo a mandare a scuola, almeno fino a
quattordici anni, tutti i bambini? Bambine comprese?

(lino di gianni)

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in Blessing, lino di gianni, migranti. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...