Della civetta, il verso


civetta

Nel buio della notte pensare
ai colori dei fiori che splendono
nella canea montante che insegue
le differenze per soffocarle
ricordare che non avevano armi né ufficiali
solo l’orgoglio della Resistenza
eppure donarono la possibilità del voto

Un Paese che si lacera e dimentica le
proprie radici costruite sui viaggi dei
nonni emigranti
è un Paese che ha paura
della parola cambiamento

Come non vedere il fossato in cui spingono
i nuovi Padroni del mondo
che fanno denaro estraendo soldi
direttamente dal nostro Tempo di vita?

Della civetta, il verso, intendi tu?

(lino di gianni)

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...