L’estate al tempo dei migranti


migranti

Per i disperati, l’estate è giocarsi
la vita sul mare
Se resti a casa, non hai futuro
sei già morto
Se provi ad attraversare il deserto,
il mare, una possibilità ce l’hai

E mentre i poveri precari della sponda
di qua si danno fuoco per avere almeno
il sussidio di disoccupazione, i poveri
che non fanno notizia nemmeno se muoiono
provano a mettersi in viaggio, da soli, uomini
donne, giovani

La meglio gioventù dell’Africa che è costretta
a usare i pochi soldi raccolti dai parenti
per salire sul Titanic Europa, che si dirige
verso i ghiacciai, con la terza classe
disperata senza lavoro che pensa al calcio
e i governanti che salvano le banche
coi soldi di tutti, e investono in armamenti

Ci salverà chi la guerra non la farà?
Ci salverà chi non crederà più al
potere delle banche?

Forse ci salveranno i nuovi giovani migranti
se si uniranno contro gli sfruttatori loro
e nostri, che sono gli stessi

(lino di gianni)

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni, migranti. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...