In morte di Berta Càceres


Berta Caceres 2015 Goldman Environmental Award Recipient

In morte di Berta Càceres (che le dighe non fermeranno)

Qui è passata Berta Càceres
Qui è morto il fiume Zapotal
Qui vive il popolo Lenca, Honduras
Là la diga che intubò l’ombra della Luna

Là, l’ Aurora Spa si mangiò le acque
e nessuna promessa rispettò
nemmeno di riparare il pavimento
della escuelita

A Simpinulla, Felipe Benitez
celebrò un incontro con preghiera Maya,
nascosto tra le colline e le montagne
Le donne scavarono tre buche per cucinare
pannocchie, stufato e mais

Berta Càsares, il fiore del futuro
incontrò tanto dolore
e nei campi di fagioli
le armi da fuoco dei soldati

Prendi un po’ di stufato e yucca,
mi dice Felipe seduto sotto un albero,
mi guarda sorride e dice
Allora, hai capito?

(Lino Di Gianni)

Berta Casares, la più importante militante ambientalista
dell’America Centrale.
Si batteva contro la costruzione di dighe nelle terre degli indigeni
Lenca, in Honduras. A marzo è stata uccisa.

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in Berta Caceres, lino di gianni, poesie lino di gianni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...