10525787_10202741826082754_8136641931075284207_n

L’acciuga del Capitano

L’alba al mare arriva
con il rombo di una
motoretta, ma
stemperato, come se il mare
ne facesse un’altra
onda

la luce del giorno non
ha indecisioni, in pochi
minuti ti trovi fuori del
nero di seppia e arriva
un’aria che sfrigola
nei polmoni, mentre
cuoce il giallo del
sole nel tegamino
della costa

Finanche i gabbiani
Hanno uno strazio taciuto,
quasi fossero piccioni in
vacanza, camuffati,
per vetustà con ali nuove
e con in bocca l’ultima
acciuga, rubata
al Capitano

(lino di gianni) 11 luglio 2014

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...