Pesci volanti


344H3172_OK1

Pesci volanti

Ho chiesto delle parole difficili,
da scrivere. Persone magari mai
andate a scuola, nel proprio paese.
E, piano piano, le hanno scritte.

Ho chiesto di pronunciare io,
facili parole della loro lingua,
e, con molta difficoltà,
sono riuscito a farli sorridere.

Poi ho dato un semplice foglio,
una matita, e la consegna di disegnare
una casa.
Una casa?
Si, ho detto io, una casa, con porta
finestra,  e un tetto, no?

Hanno disegnato cose strane, chi un cerchio
chi un quadrato, porte non finite
finestre non ce n’erano

Mi sono immaginato che le case
che si portano in mente hanno i nomi
bellissimi di tutti gli amici che hanno conosciuto
e i pesci che saltano, cadono nell’aria,
nei loro paesi

Ho molta fortuna a conoscere queste persone,
che ti guardano negli occhi, prima di scrivere,
come se dovessero aspettare
la partenza di un treno

(lino di gianni, in data 21 di Aprile 2016)

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...