Il pane, il pane e le rose. Le rose


vian-mair

Il pane, il pane e le rose. Le rose

Studio la storia del pane, ma solo
per avere memoria di come mia madre
lo faceva da giovane,  quelle pagnotte
rotonde larghe mezzo metro.
10 chili di impasto, 10 panelle di pugliese
da un chilo, nel forno comune.
Alle 5 si alzava, Marì fallo tu che lo fai buono
E si metteva una sigla, sul pane, e passava il
ragazzo a prenderlo, per l’infornata
La farina aveva un colore bianco grigio, lievito madre
che si conservava nella credenza

E ho messo a dimora una pianta di rose rampicanti,
rose rosse, nome Lilì Marlene
Mi piace misurare il tempo sulle fioriture di una rosa
Mi piace ricordare quando le donne chiedevano il voto
per  avere pane, sì, ma anche la bellezza delle rose

(lino di gianni)

« The worker must have bread, but she must have roses, too. »

« La lavoratrice deve avere il pane, ma anche le rose. »

 

Pane e rose (bread and roses in lingua originale) è il nome con cui è diventato celebre uno sciopero dei lavoratori dell’industria tessile svoltosi nel 1912 a Lawrence. L’appellativo deriva dallo slogan che fu adottato dagli operai che protestavano.

 

La frase da cui fu estrapolato lo slogan fu pronunciata da Rose Schneiderman, leader femminista e socialista della WTUL, durante un discorso che rivendicava il diritto di voto femminile di fronte ad una platea di suffragette benestanti a Cleveland

 

« Ciò che la donna che lavora vuole è il diritto di vivere, non semplicemente di esistere – il diritto alla vita così come ce l’ha la donna ricca, al sole e alla musica e all’arte. Voi non avete niente che anche l’operaia più umile non abbia il diritto di avere. L’operaia deve avere il pane, ma deve avere anche le rose. Date una mano anche voi, donne del privilegio, a darle la scheda elettorale con cui combattere »

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...