Eran trecento, erano giovani e forti


Bisognerà sperare nel tempo,
che il mare sia così incazzato
Che non permetta la partenza?

Bisognerà sparare per aria,
che scappino prima di partire
rinuncino alla disperazione?

E secondo te, viaggiano per
turismo, incoscienza, cupidigia
Secondo te non sanno, a cosa vanno incontro?

Il fatto che portino cosi tante donne
E bambini e ragazzi e la parte più
grande, non sappia nuotare,
non ti dice niente?

Ormai, i numeri non fanno” impressione”
Come insegnano le guerre, la gente si indigna
per una morte singola, raccontata bene
Piuttosto che 400 invisibili, senza nome
senza faccia, senza tomba

Cosa possiamo fare noi?
Se l’imbianchino folle vuole occupare
gli hotel, al grido di “Prima gli italiani”
vogliamo dire che nessuno è mai morto
per troppa accoglienza?

(lino)

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...