8 marzo 2015 International women’s day, una classe particolare


corso di italiano per stranieri ad Avigliana, in ValleSusa

corso di italiano per stranieri ad Avigliana, in ValleSusa

E’ una classe particolare, dalle 9 alle 11,(la classe degli “alti”,in italiano). Ma, non sai mai chi ci sarà, quel giorno
(chi lavora, chi deve fare i documenti, chi ha il bambino che sta male)
Dunque, la prima difficoltà, per organizzare una festa, è che le persone, poi, vengano.In questo caso, persone venute da ogni parte del mondo,adulti, a volte famiglie intere a scuola di italiano, da me.
La seconda difficoltà,che vengano gli amici italiani invitati (qualcuno ha preso 3 treni, per venire)
La terza difficoltà da superare: i particolari e il tempo

Avere i testi delle canzoni per tutti, avere i cartellini con un pensiero scritto in lingua originale e italiano, avere 30 viole del pensiero (perché le mimose sono troppo omologate) avere i gettoni numerati da estrarre(da abbinare alle violette)avere abbastanza dolci fatti in casa, avere abbastanza sedie, riuscire ad accogliere le persone che man mano si inserivano nella festa con orari diversi
Tutte le persone che sono venute sono state pazienti, gentili e sorridenti, e con molta premura verso quel momento collettivo.
Il biglietto mio, a sorte, è toccato a un amico rumeno, che me l’ha mostrato sorridente
Grazie molte alle amiche italiane venute da Torino, da Pinerolo
(Fernanda,Santina, Cinzia, Lisa) grazie molte alla mia collega Daniela, venuta anche se influenzata, grazie a Fatima che non vedevo da vent’anni. Grazie alla signora Laura che mi ha aiutato
in tutte le fasi di preparazione pratica. Grazie ad Angeles che, ancora una volta, viene a suonare gratuitamente da noi

E grazie alla gentilezza delle persone venute da ogni parte del mondo (Roman dalla Russia, Lisa Arevik,Tamara e Abo dall’Armenia,Dhoksi dall’Albania
Hellen dall’Etiopia,Molly e Shelly dagli Stati Uniti, Rosa/Chen dalla Cina, Elvira e Mariam dalla Romania, Mina e Aziz e Amid e Hannan con suo marito italiano e il piccolo Amir e Fatima dal Marocco, Miriam dalla Repubblica Dominicana, Carlos dal Perù, Angeles dalla Spagna, Jumoke e Tosin dalla Nigeria, Cinzia Lisa e il piccolo Ricki e Fernanda e Santina e Daniela e Laura dall’ Italia..
Le viole del pensiero erano trenta, e trenta sono state le persone con in mano il vasetto e un pensiero scritto in una lingua diversa dalla tua

All’una esatta, il corriere ha consegnato tre libri per le mie amiche.

(lino di gianni) 6/3/2015

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...