in memoria di una grande donna


rey

Bastava riconoscere
L’onore al violentatore
Uomo dei servizi segreti
Che per difesa lei aveva
Ucciso

Bastava riconoscere che
Il potere può tutto, disporre
Della vita, della verità,
dell’onore

Ha disposto che il suo corpo
sia affidato al Vento, i suoi
organi donati in forma anonima
un tomba non ci sia, ha chiesto
se non quella della memoria

è un dio che non ci ama, ha detto
con la febbre mia figlia ha ballato
sulla forca, ha detto la madre

una donna non è niente, di fronte
alla violenza di uno stato
il suo onore, il suo coraggio
sono troppo grandi per meritare
il piccolo cervello di chi l’ha uccisa

(lino di gianni)

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...