Quattro ragazzi


quattro ragazzi

 

 

 

 

 

Quattro ragazzi

Quattro ragazzi corrono
Giocano al pallone
Vicino a una spiaggia
Ma non è un tempo di calcio
La partita non è normale
C’è un arbitro che decide
Di interrompere la partita

Con il potere della forza
L’esercito di Israele
Nel cannone della nave
Ha Izack, di 19 anni
Che vede nel mirino
Del suo tragico videogioco
Quattro ombre fuggitive

Preme il comando, e le ombre
Spariscono, in polvere le gambe
Resta solo il pallone
Che rotola fino al campo
Delle donne palestinesi
E il pianto e i lamenti
Si alzano più forti
E commoventi

la folla, silenziosa
Porta un grido, anche se ha
Paura, via l’esercito
Dalla Palestina
Basta morte basta assedi
Basta martiri della guerra
nessuno sarà mai sicuro
Seminando odio e vendetta
contro la nostra gente
contro la nostra terra

(lino di gianni) 10 agosto 2014

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni, Palestina, poesie e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...