Addaqq i’ grast (bagnar le piante )


mani-di-pescatore-a27627569Addaqq i’ grast (bagnar le piante )
passeggiavo, stando fermo
parlavo, tacendo, nel ribollire
dei pensieri, mosto a fermentare
una cosa, una cosa
non potevo accettare
che per scrivere di poesia
ci volesse un golfo protetto
dalle maree

una scrittura e una piccola barca
a vela con lo scafo leggero
buona a tenere i venti che insabbiano
nei sargassi, quantunque non fosse
quello, il mare
o quelli tempestosi di ponente
dove si perde la testa ed è follia

in mezzo a urla lontane e immagini
di mostri me ne stavo a comporre
delle sabbie colorate come avendo,
in mente, tutto il modello

eppure non avevo sabbie, né barche
adeguate ai mari delle mie burrasche

solo una pianta di pomodori
ora a foglie verdi ora a foglie secche
nessun frutto appariscente
solo un odore, un odore da niente
il mezzo sorriso di mio nonno,
con gli stivali nel suo orto,
con gli occhi brillanti
miei
(lino di gianni) 2 agosto 2014

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni, poesia e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...