L’uomo colorato


In data Primo Maggio, storicamente significativa
dedicata a tutti gli uomini colorati, che
non hanno mai smesso di mantenere viva, dentro di sé,
la voce del bambino che gridava “ Liberi Tutti !”
colored-tiltshiftL’uomo colorato
L’uomo colorato, non si fa
La barba, oh yeah
è da lungo tempo che non deve
Presentarsi bene, con la camicia
Con la cravatta o con la tuta
Tutta rifatta

L’uomo colorato, non ha un
orario, solo quello del
Suo cane, ma lo fa per scelta
Come leggere poesie, sbucciare
Una mela o andare a trovare
Una bambina in ospedale,
una bambina che le cadono
i capelli

L’uomo colorato, sorride, spesso
perché ha finito tutti i pensieri
brutti, ha finito i colori grigi
ha finito il tempo delle prigioni
ha finito il tempo del permesso di
soggiorno, ha finito il tempo
delle chiese, ha finito il tempo
delle tribù

L’uomo colorato, non ha un tefono
chi lo cerca ne parla come aspettando
l’arcobaleno, se piove si sa, lui verrà
se la sua donna ride, si sa, ci sarà

L’uomo colorato non ha memoria, dimentica tutto
il latte, le chiavi, il colore delle calze
sempre solo ha, un quaderno un libro
e una borsa, lì dentro c’è tutto
anche una parola gentile, muta e silenziosa
qualcosa di piccolino scritto su un biglietto
che ti devi avvicinare, per vedere bene

aspetta, ora guardo, si, mi sembra questo:

sarà una risata, che li seppellirà

 

(lino di gianni) 1/5/2014

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni, poesie e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a L’uomo colorato

  1. Angeles ha detto:

    evviva l’uomo colorato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...