Alberi


Alberi
Gli alberi della mia strada
respirano di notte
prendono vento, se c’è
cercano nomi, in modo casuale
ma si fanno attenti,
se canta il gallo
pare un suono orfano
della sua campagna

Nella notte, gli alberi
Della mia strada non hanno ombre
Ma le immagini tremano nel lago
Con pelle di velluto e salti
Di rospi
I morti hanno carezze indicibili
Per questo non parlano,
gli alberi della mia strada
c’è solo un ricordo
che li scuote
se lo tramandano di ramo in
ramo di foglia in foglia
da quando le radici servivano
per migrare

è il ricordo del mare
per questo canta il gallo
per questo si fanno attenti

Sembrano fermi insieme all’aria
alla notte alle piccole foglie
inesistenti sui rami d’inverno
ma sono onde, onde dolci e visibili
e orecchie trasparenti
a cogliere semi di libertà
in ogni condizione
impossibile
lino di gianni 5/2/2014

LARRY_QUALLS_10310641532

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni, poesie e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...