Come fosse


francoloboscocirco

 

 

 

 

 

Come fosse

Come fosse un fiore
in cerca di vaso, radici
e terre da sconfinare

un’ acqua che si trasmette
nel cavo delle mani
aumentando, prodigiosamente

uno sguardo: uno e rifratto
come guardare anche chi sta
dietro o accanto o è invisibile

Come fosse una poesia, che mentre
scrivi, pensi
alla strisciata leggera degli
occhi di chi leggerà,
formica col suo infinitesimo
grammo di senso da trasportare

Come se fosse una poesia,
e non lo è
un bigliettino sgualcito in
tasca, ecco, che non ricordi
dove, e perché

O un equilibrista, su un filo
teso fra due palazzi
gioia e felicità da una parte
lutti, rabbia e ingiustizia
dall’altra

Quel sottile filo di umanità
in equilibrio precario, scomposto
sull’abisso
è l’unica speranza che
abbiamo

Lino Di Gianni 28/12/ 2013

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni, poesie e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...