La Nave Dolce


La nave dolce

nave1 ridimensionata

 

 

 

 

 

 

(A volte,uno sguardo, è come una nave dolce
viaggio e porto dei tuoi occhi)

Si muove, e se si muovesse
per sempre non avrei più
la terra dove sono nata
nè quella dove voglio restare

In questa ora di mezzo, appartengo
alla benevolenza del mare
alla direzione dei venti
la clessidra della mia vita
ha sabbia variabile
ora affonda pesante

capita che mio marito mi
guardi infiammando le mie
guance e la crema al garofano
rilasci profumi più intensi
e segreti e meditati

come se fossimo soli
io e lui e la mia pancia in attesa
come se tu fossi già nato
adesso,

tu, fantasma di allegria,

in questa nave dolce
dove una carezza lunga
si capovolge a mare

e il mio corpo finalmente,
non disegna più
confini

lino di gianni 11/12/2013

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni, poesie e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...