attese


carta di rose seccate
e farina di pane che cresce
una bambina smonta
un camion giocattolo
il cane zampetta vicino
gli uccelli continuano
la siepe di suoni del giorno

in uno dei sette cieli
in cui si muove la vita di
ciascuno
il mondo si precipita ad occupare
le caselle dei soldatini del lavoro

nell’altro che incrocia la vita di molti
il pensiero è il denaro che non basta
per pagare le spese
nel futuro bloccato dei figli
per casa

io per me aspetto la chiamata
non certo di alti e ignoti consessi
ma di una più banale occasione
anche se per me fonte di grande, timore

mi consola sapere che le parole resteranno
qualche giorno pecore incustodite
a sminuzzare erbette speranzose
con gli sguardi volti ai cambi di vento

che son certo arriveranno
insieme alle nuove rincorse dei miei affetti
alla pizza, alle canzoni
a quel ridere insieme

 

 

 

22 aprile 2013 lino di gianni

 

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...