il matto canterino


ha un’ora precisa l’uccello
del mattino
forse picchio canterino

annuncia l’uscita dalla
circonferenza dei sogni
consegnati a mani invisibili
il re si confonde
col matto e il corpo
col suo fantasma

si apre al nuovo
giorno il giardino
della mente

e le voci dei
coinquilini dello spazio
domestico diventano
un pianoforte nei boschi

una sorgente intima
di stupita
meraviglia

accendere una
lampada
e sparire

 

19 aprile 2013 lino di gianni

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni, poesie e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...