Nel volo dell’Angelo-poesie-lino di gianni


boulangerie

 

 

 

 

 

 

 

Mentre portavano quelle
povere vecchie all’attesa
sui lettini, nel cantone
di un ospedale

Prima che tutto accadesse
e nel volo dell’angelo
anche i non credenti avessero
il dubbio

Se non fosse strano, dirlo
penserei che parlare non
serve, che guardare a volte
si sbaglia, e per questo
lei era lì legata e fermata
sullo spinale, senza che le
parole andassero oltre il cerchio
della luce, in quanto alle ferite
riportate, erano ritenute
importanti

In quella foresta di segni,
con gli infermieri ridotti
a non girare mai lo sguardo,
ogni piccolo numero era come
sgranare il rosario: la preghiera
continua rimandava la grazia

Chi mai si serve di parole
che cercano poesia, nell’affronto
delle cose del mondo?

Un abbraccio ci apre alla vita
un abbraccio si tenta alla fine
in mezzo un piccolo singulto,
un rutto da digerimento

Come se lo sguardo che legge
cancellasse il vero che rimane
anche le righe rimaste conservano
un odore, appena

di paura, di timore
e la sorpresa grande
di poter perdere
tutto, al primo inavvertito
sbattere di ciglia.
15 Aprile 2013 lino di gianni

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni, poesie e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Nel volo dell’Angelo-poesie-lino di gianni

  1. intarsiodiversi ha detto:

    Caro Lino, ci si sente davvero impotenti quando si ha l’impressione che non siamo più noi a gestire il proprio corpo, solo vivendolo si afferra questa impressione per se stessi, ma anche negli altri…

  2. Angeles ha detto:

    Vero!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...