sotto la linea d’acqua


sotto la linea d’acqua
si affonda
ma l’acqua non c’è
insiste tutta l’ombra
del cielo rifratto

pensato subito
dopo aver prosciugato
quello spazio che lascia gocce e ricordi
e alghe e conflitti
conchiglie di piccoli dolori
col paguro che si agita lento

accade che la terra
si imponga ai camminanti
e che i deserti tornino
a misurarsi con le estensioni
dei pensieri

in quegli spazi che
nessuna mente oserebbe
cantare
come fossero confini mobili
da tramandare

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...