Dentro una tasca


 

moi tre

 

 

 

 

 

 
Dentro, quelle cose che
dimentichi in tasca
spiegazzate, di un
giorno qualunque

bolle, e biglie colorate
e un piccolo circo,
dismesso ma con ancora
pagliacci, in numero
di due

abbracci, con una sosta
prolungata, qualche parola
accaldata, i capelli
odorosi e negli occhi
il porto a lungo
immaginato

onde, quelle piccole, voraci
che spalmano nebbie e roseti
ardenti nelle segrete
anse del lago

ma anche pause attese e paure
ingigantite dalle notti
declaratorie di primo mattino
dai contorni irrimandabili
nel prosieguo del giorno

coi pomodori crudi,e l’aglio
che spande, il sapore acidulo
della rucola
come i gambi d’erba tirati tra
i denti, da piccoli

dentro una tasca dei
confini cangianti
nessuno che si
senta straniero
un pezzetto di parola di ciascuno
compone la mia frase preferita:
ho speranza che questo accada

 

 
31/03/ 2013 lino di gianni

 

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni, poesia, poesie, poesie lino di gianni, poesie mie, scrittura e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...