Kaleidòs


 

1-tre nero

 

 

 

 

 

 

 

Battè un piede
per terra,
nell’albero
in crescita
qualche foglia cadde
si ritirò un’onda
pigra
finì il volo
del gabbiano

nel medesimo tempo
dal forno del pane
il calore
in eccesso apriva
la crosta
il cane si spostava
più in là
di tre passi

sul lago l’acqua inquieta
sfuggiva
gli sguardi
aprendo a
caleidoscopio
ora gli occhi
ora labbra

atteggiando a
segreti

 

25 marzo 2013 lino di gianni

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Kaleidòs

  1. t. ha detto:

    (sarebbe molto difficile “commentare” questa bellezza…)

  2. linodigianni ha detto:

    (grazie molte del non commento,e per la bellezza)

  3. sì, grande bellezza.
    quella delicata e quotidiana delle cose riscoperte nel loro darsi la voce.
    Abbraccio
    z

  4. linodigianni ha detto:

    grazie molte, Zena..tu conosci di certo il valore delle cose riscoperte e delle voci segrete

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...