Palestina libera


palestina2

 

 

 

 

 

tolse tutti i piccoli sassi
lasciati sulla tomba
come d’usanza ebraica
e, pensandoli, cancellò
il numero dei ricordi
confondendoli

cosa ne sapeva dei territori
della paura,
di un cielo che sosteneva bombe
o di muri che chiudevano un popolo?

quando sentì il canto, portato
fin lì dentro il corpo
nascosto in gola
come se le onde fossero
arrivate solo a metà degli occhi
e nell’altra fosse rimasto

lo spazio per far vedere
in tutta semplicità
la memoria che si tramanda
il grido calmo di chi
rimane ombra sulla terra
anche dopo che un sole sparisce

un bambino di gomma, coperto
anche sulla testa mentre dorme
non sente e non vede
ma è parte di una rabbia
che troverà modo di esplodere

 

2 febbraio lino di gianni

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...