mentre tutti pensavano


553756_4362571338445_1030949468_n

Mentre tutti pensavano
ai potenti cavalli
delle loro imbarcazioni
lui puliva il secchio del pesce
ricuciva le reti e
guardava tra l’acqua
e l’orizzonte
per capire da dove,
il vento.

Coi rumori sguaiati
dei motori a manetta
uscivano dal porto
come a sfilata
ignorando tutto
delle correnti,
dei branchi di piccoli
pesci spaventati
dai rumori ingranditi .

In tutto il paese, venduta
l’anima al turismo d’accatto
i piccoli impiegati impoveriti
si stendevano al sole
senza più il frigo termico degli anni 60
in tutto il paese le donne
si stendevano al sole per imbronzarsi
mentre gli uomini si piantavano
come ombrelloni dentro
un giornale sportivo

Qualche volta un ragazzo
passava a vendere grammi di cultura
rifiutata da tutti

Con caparbietà, il vecchio pescatore
manteneva in vita la possibilità
di un sogno
perché qualche bambino vedesse ancora
che una volta c’era stata una barca
delle reti
e un uomo
le correnti e l’agonia
dei venti
mettendo in gioco la sua vita
il sonno i giochi degli occhi
e l’orizzonte tutto,
dei pesci

29/12/ 2012 lino di gianni

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in poesie, poesie lino di gianni. Contrassegna il permalink.

2 risposte a mentre tutti pensavano

  1. Ángeles ha detto:

    Simbolica lotta contro la vacua vanità.

  2. linodigianni ha detto:

    i simboli sono importanti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...