non sono appese


Ritratto-di-Jeanne-Hébuterne

 

Non sono appese ai fili
del telegrafo,
né laddove le incombenze
del quotidiano
affondano gli svoli

non sono arrese,
non si fanno perquisire
identificare
classificare

non le puoi ascoltare
pronunciare
solo pensare
e poi dimenticare

non le puoi friggere,
né stipare in frigo,
non se ne fa torta
né arrosto o purè
sono labili, timide
vergognose
presumono tanto
a volte mantengono
a volte rinnegano

io le ho dette qualche
volta, riconosciute,
pronunciate
dimenticate
trascritte

e sono diventato
analfabeta
per imparare di nuovo

( parole che parlano d’amore)

 

 
17- 12- 2012 lino di gianni

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni, poesie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...