Una città di poche stanze, e tante meraviglie


380561_339710869391922_100000590359576_1371485_484187903_n

 

 

vivo in una città di
poche stanze e tante
latitudini ci sono
luci che si accendono
improvvise e calano lente
la reti della notte
e noi siamo i pesci
dell’acquario familiare

possiedo una piccola scatola
dagli angoli morbidi
che si ripiegano
quando la metto in tasca
tacito lo sguardo dell’occhio
tibetano che mi segue

a volte si rintana il vento
che cigola le serrande
a volte è l’aroma del sapone
che mi ricorda l’india
che non ho mai visto
e per me sono gli occhi
di paola che va lì
o il punjabi di una mia
corsista

che meraviglia vedere il gallo
di latta che segue sul tetto
la direzione del vento
o il latte di capretta appena
munto che si attacca alle pareti
della bottiglia sfaccettata e prismatica
quella dove il nonno ci
metteva le cartine per farsi
l’acqua vichy

 

8 dicembre   lino di gianni

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...