Il tendone dell’alba


botero19vx

-Tiro su il tendone?
Lascia stare, aspetta ancora un po’( che i sogni svaniscano)

-Almeno qualche stella, posso cominciare a smontarla?
Dovevi pure imbiancare, stamattina!

-Eddai, non è nemmeno neve. Senti,metto via quasi la Luna, Ok?
La Luna, le stelle, pulire le strade..lasciami un po’ di sonno ( avanzi di consolazioni)

-Ma basta col sonno, coi sogni, con queste piccole morti!
Non scherzare con la ricchezza dei sogni (ci scuotono come tovaglie)
Scrostano le pareti nella testa.

-Eh, esagerato. Senti, si fa chiaro, devo affrettarmi.
Va bene, per ultimo lasciami il sorriso di lei,
il suo stare nel golfo mistico del mio gomito.
E le briciole per gli uccellini, che sopravvivano al gelo
che pure s’avanza,e contro cui dovremo costruire granai
spendendo
parole grate.

3 dicembre 2012                                                  lino di gianni

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in poesie, poesie lino di gianni. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il tendone dell’alba

  1. Ángeles ha detto:

    Energia pura per combattere il gelo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...