alghe


Davanti le sponde
al circuito delle biglie
costruito con sabbia

dietro la bottiglietta con
la spremuta d’arancia
e i crackers

in mezzo le alghe fluttuanti
si avvicinano e allontano
dagli scogli

la ruota di dietro della bicicletta
che gira e la pallina colorata
che sta al centro del piccolo
rotolo di liquirizia che ipnotizza
lo sguardo

come fossero detriti su una spiaggia
che è familiare e sconosciuta
buona per i giorni di festa
la memoria sfugge alle cose da fare
eppure vive e si trascina
sotto pelle,
come una zecca

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in poesie, poesie lino di gianni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a alghe

  1. Ángeles ha detto:

    Il circuito delle biglie era scavato nella terra, perché la sabbia era troppo mobile. Bisognava scacciare le biglie che c’erano dentro lanciando un’altra biglia in modo deciso, con un colpo secco del pollice. Vincevi tante biglie quante riuscivi a mandare fuori dal buco. Ne avevo un sacco e la mia preferita era quella con le ondine rosse.

  2. linodigianni ha detto:

    te eri un maschiaccio, mi sa..pensa che sfida, da piccoli

  3. linodigianni ha detto:

    pero le femmine erano piu veloci a capire:-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...